Vai al contenuto principale

Google Search Console, cos'è e a cosa serve

Google Search Console è uno degli strumenti indispensabili per monitorare le visite sul tuo sito web e per iniziare a muovere i primi passi nelle strategie di posizionamento sui motori di ricerca. Non è il solo strumento per fare SEO ma è uno dei più semplici da utilizzare che riteniamo essere tra gli “indispensabili”. In questo articolo ti daremo un’infarinatura iniziale sul suo funzionamento e sulle potenzialità che offre questo tool gratuito per il monitoraggio del tuo nuovo sito web.

Cosa sapere su Google Search Console

Google Search Console è uno strumento gratuito di Google che serve ad ottimizzare il tuo sito web a partire da come questo si presenta sui risultati nei motori di ricerca. Difatti serve a conoscere se e come sei posizionato e a correggere gli errori o i problemi pagina su pagina. Il tool consente di capire se il sito è stato hackerato o se è stato colpito da un malware ma anche a capire come gli utenti arrivano sul tuo sito web e con quali parole lo fanno. Per questo motivo è uno strumento utilissimo anche se non risulta essere tra i più popolari per la gestione dei siti web. Quando registri un dominio e inizi a realizzare il tuo nuovo sito web, forse, sei concentrato maggiormente sul suo aspetto e su ciò che contiene. Una volta messo online, tuttavia, dovrai cominciare a preoccuparti anche di come questo viene visto dagli utenti e dai motori di ricerca. Magari non ti sei accorto che alcune immagini impiegano troppo tempo a caricarsi o che alcuni script o codici sono errati o ridondanti. Magari ti sei perso un titolo che appare illeggibile sugli schermi degli smartphone e così via… Sono tutti problemi piccoli e facilmente risolvibili ma che alla lunga penalizzano le visite e l’efficacia del tuo sito web.

Cos'è Google Search Console

Google Search Console è un importante strumento di diagnosi che, in pochi istanti, offre una panoramica aggiornata in tempo reale dello stato di salute del tuo sito web. Questo tool gratuito offre un elenco dettagliato di quali problemi sussistono e dove sono collocati, aiutandoti così a rendere il tuo sito web più performante. I resoconti di Google Search Console sono chiarissimi e completi e includono indicazioni anche sul Googlebot, lo strumento che setaccia i siti web e seleziona nuovi contenuti immessi in rete per associarli alle query di ricerca, ovvero ciò che le persone cercano su Google.    

A cosa serve Google Search Console

A questo punto avrai capito che Google Search Console serve ad analizzare in maniera piuttosto tecnica ogni singola pagina del tuo sito web. Perché serve uno strumento del genere? Perché quando Google costruisce la SERP, ovvero l’elenco dei risultati che ti mostra quando cerchi qualcosa, se Google stabilisce che i contenuti sono affidabili, ben mostrati e ottimizzati il tuo sito web sarà sicuramente premiato. Le segnalazioni che ricevi ti arrivano anche sotto forma di report via mail ma in qualsiasi momento puoi accedere al tuo profilo e scansionarlo alla ricerca di criticità. Questo strumento, tuttavia, non serve a posizionare il sito web ma a migliorarne le possibilità. Non serve a scalare la SERP ma contribuisce a ottimizzare il tuo posizionamento intervenendo sugli aspetti tecnici della navigazione. Quindi non è l’unico strumento per fare SEO ma uno di quelli a cui dovresti sicuramente fare affidamento.

Come attivare Google Search Console

Per cominciare ti basta fare la verifica della proprietà. La procedura è davvero semplice e richiede un po’ di pazienza per creare l’account e collegarlo al tuo sito web. Registrati su Search Console, verifica la proprietà del sito e attendi la mail di verifica sul tuo indirizzo mail designato. Potresti avere qualche problema in questa fase ma Google prevede quattro metodi per completare la verifica. Difatti potrai optare per il caricamento di un file HTML, per il tag HTML, tramite Google Analytics o tramite il Tag Manager. Ogni metodo è contrassegnato da una guida esplicativa molto chiara e senza la verifica non potrai andare avanti. Una volta completata la verifica accederai alla Console con la tua password impostata e avrai una panoramica in tempo reale della salute del tuo sito web.

Quali sono le funzioni

Eccoci giunti alla parte più interessante dell’argomento: quali sono le funzioni di Google Search Console? In generale ti abbiamo spiegato come questo tool sia utile ad avere sempre sotto controllo la salute del tuo sito web ma in che modo ti verrà mostrato? Lo vediamo molto semplicemente qui di seguito. La schermata di Google Search Console è intuitiva e di semplice utilizzo. A destra trovi i grafici mentre a sinistra c’è un menu di navigazione. La prima voce che trovi è Introduzione che ti dà una panoramica aggiornata e globale del tuo Rendimento. Qui trovi anche le pagine che generano errori e, cliccandoci sopra, avrai accesso ai problemi da risolvere. Il rendimento è calcolato in click totali, impressioni, CTR media e posizione media. Procedendo dal menu a sinistra trovi la sezione Controllo URL che consiste in una barra in cui inserire la URL di tuo interesse da controllare. Successivamente c’è la sezione Copertura che indica quali pagine sono state validate e quali escluse dal Bot di Google. Proseguendo trovi Sitemap, la sezione della Console che consente di inviare a Google la struttura del tuo sito. Questa serve a mostrare al motore di ricerca come ci si orienta sul tuo sito. Alla sezione Miglioramenti trovi i consigli per ottimizzare velocità, usabilità e caricamento dei multimedia del sito. Infine su Link trovi il numero di link esterni ed interni del tuo sito web. In ogni sezione della Console avrai a disposizione i consigli sui miglioramenti e per qualsiasi evenienza verrai reindirizzato alla Guida di Google che spiega la fonte del problema e le possibili soluzioni. Si tratta di un tool utilizzabile anche da chi è alle prime armi e che richiede un po’ di pratica per prendere dimestichezza con le informazioni riportate in corrispondenza di ciascuna sezione. Quando il tool segnala che tutto è in regola potrai cominciare a lavorare sulla miglior strategia di posizionamento e sulle tecniche per incrementare le visite che ti serviranno per iniziare a monetizzare.


Pubblicato: | Aggiornamento: