Vai al contenuto principale

Elementor, cos'è e come si utilizza

Elementor è il template per WordPress più amato dal web e, in questa guida, ti spiegheremo come funziona, quali sono i pro e i contro e perché dovresti usarlo per costruire il tuo nuovo sito web. Prima di cominciare con le informazioni più importanti vogliamo assicurarci che tu abbia tutto l’occorrente per utilizzarlo, ovvero un buon hosting per WordPress e l’installazione del CMS sul tuo spazio virtuale in cui inizierai a costruire.
Se non sei pratico di queste attività, infatti, devi sapere che scegliendo un hosting mirato per WordPress le procedure di installazione sul database avverranno automaticamente. Una volta installato il CMS e settato le informazioni di partenza per iniziare a lavorare, potrai passare alla scelta del tema, selezionando con cura quelli che prevedono Elementor come builder principale.

Cos’è Elementor

Come anticipato poc’anzi Elementor è un builder, ovvero una struttura che ti consente di creare il tuo sito web in modo semplice ed ottimizzato. La grandezza di Elementor risiede nel fatto che è compatibile e versatile per cui potrai utilizzarlo sia per un sito vetrina che per un complesso e-commerce, sfruttando le numerose funzionalità estremamente personalizzabili.
Stiamo parlando di un page builder visuale creato nel 2016 e divenuto popolare in brevissimo tempo. Lo trovi disponibile in versione gratuita oppure a pagamento con una percentuale di gradimento ottima per oltre un milione di download.

La versione free offre un ampio set di funzionalità di base tra cui l’impostazione delle sezioni header, body e footer, il posizionamento di menu e logo, le ottimizzazioni mobile, i widget e la creazione di layout seguendo la logica discendente di sezione e colonna attraverso uno strumento di navigazione intuitivo e semplice da utilizzare anche per chi è alle prime armi.
Ampliando le funzionalità con la versione a pagamento potrai utilizzare ben 24 funzionalità aggiuntive oltre a poter sfruttare una biblioteca molto ampia di template già pronti per essere personalizzati con le tue immagini e i tuoi testi.
Al costo di 49,00 dollari all’anno ottieni oltre novanta widget, 300 template già pronti, il builder ampliato, il form builder, il WooCommerce builder, il PopUp Builder, il supporto per un anno e gli aggiornamenti guidati. L’acquisto della versione Pro è vivamente consigliato per chi vuole creare un eCommerce, sfruttando al massimo le potenzialità esclusive di Elementor.

Come installarlo

L’installazione di Elementor è un gioco da ragazzi. Ti basta andare nella sezione Plugin e cercare Elementor, qualora questo non fosse già integrato al template che hai deciso di installare. Una volta installato il Plugin dovrai attivarlo e potrai cominciare subito a utilizzarlo. Elementor base è già abilitato alla modifica di pagine e articoli mentre, per la versione Pro, dovrai andare sul sito web ufficiale, accessibile anche dalla bacheca di lavoro sul tuo sito, iscriverti e avviare il pagamento della licenza.

Come si usa

Il funzionamento di Elementor è sempre guidato e intuitivo. Infatti per cominciare a creare le tue pagine o i tuoi articoli ti basta crearne di nuovi, cliccando sul tasto che comparirà “Modifica con Elementor”. A quel punto verrai reindirizzato sul builder visivo che si compone di due sezioni. Una è la scrivania con le funzioni mentre l’altra è la pagina di cui vedrai le modifiche in tempo reale.
Per cominciare a disegnare le sezioni della pagina dovrai cliccare su Aggiungi nuova sezione e poi trascinare al suo interno il modello che vorrai utilizzare e modificare.
Se desideri lavorare su un template già pronto, invece, dovrai cliccare sul pulsante Add Template, con il quale entrerai nella biblioteca di Elementor per scegliere il formato che più ti piace. Ogni volta che farai delle modifiche cliccherai su Aggiorna per salvarle, altrimenti potrai cliccare sul tasto in basso a forma di occhio, per tornare alla versione precedente.
In basso alla sezione della scrivania degli strumenti trovi una serie di icone, cinque in tutto, seguite dal tasto aggiorna. La prima si riferisce alle impostazioni, una sezione da cui stabilisci il layout della pagina, lo sfondo, l’ampiezza e le variabili di presentazione. Accanto trovi tre rombi posizionati l’uno sull’altro e, cliccandoci, accedi al navigatore.
Si tratta di una piccola finestra che riassume lo schema di navigazione della pagina, grazie al quale hai una panoramica veloce di tutte le sezioni e le colonne create nella pagina. La terza icona è uno schermo di un PC ed è molto importante perché ti permette di capire come la pagina sarà visualizzata dai vari dispositivi, ovvero smartphone e tablet. Con questa funzione ti rendi subito conto se la tua pagina è navigabile per qualsiasi dispositivo o se necessita di migliorie.
Infine l’occhio riassume tutte le modifiche effettuate e ti permette di tornare ad una versione precedente, soprattutto se hai apportato un cambiamento per errore.

Compatibilità

Essendo un builder molto leggero vedrai che le compatibilità con altri plugin sono sempre garantite. Ti sconsigliamo di usarlo assieme ad altri builder e di verificare, prima dell’installazione, se è compatibile con il template scelto. Infine una piccola pecca riguarda la modifica della sezione blog che non è possibile con Elementor, a meno che tu non intervenga lato codice. Tutto sommato è un ottimo builder per iniziare a creare siti web da zero con un occhio di riguardo verso le ottimizzazioni mobile.


Pubblicato: | Aggiornamento: