Vai al contenuto principale

Come mettere offline un sito WordPress per manutenzione?

Stai progettando delle modifiche importanti al tuo sito web e ti rendi conto solo adesso che hai bisogno di sapere come mettere offline un sito per un determinato periodo di tempo, quel tanto che basta per terminare la sua ristrutturazione?

 

mettere offline un sito in modalita manutenzione

 

Sei capitato nel posto giusto. In questa breve guida vedremo come mettere il tuo sito in modalità di manutenzione e quali sono i migliori Plugin per farlo.

Perché mettere offline il sito?

Se sai già che il tuo sito potrà essere online per qualche minuto, ora o giorno perché hai bisogno di aggiornarlo, migliorarlo o più in generale lavorarci sopra, dovresti pensare al modo migliore per comunicarlo ai tuoi visitatori.

Infatti, atterrando sulle tue pagine, potrebbero ritrovarsi spaesati a vedere il sito offline o con messaggi di errore.

Potrebbero addirittura pensare che il tuo sito web o blog non esiste più!

Inoltre, serve anche comunicare ai motori di ricerca che non sei sparito, anzi, che stai per tornare...

Per evitare problemi di reputazione e ovviare a questo problema, esiste un modo: mettere il sito in modalità manutenzione. Questo ti permette di tranquillizzare i tuoi visitatori sul fatto che stai semplicemente lavorando per apportare miglioramenti al sito web.

Puoi anche decidere di inserire un timer all’interno della pagina di manutenzione che indichi chiaramente quanto manca affinché il sito torni online, o inserire un link, per esempio di iscrizione alla tua newsletter, per continuare a tenere compagnia ai tuoi utenti anche durante la tua assenza.

Come mettere il sito in modalità manutenzione?

Per mettere il sito in modalità manutenzione è possibile impostare manualmente una pagina di servizio. Come si fa?

Per farlo devi conoscere il linguaggio HTML e creare un file txt con il template della pagina. Successivamente dovrai caricare questo file di testo nella root del sito, tramite FTP e infine effettuare un redirect alla pagina di manutenzione con htaccess. Ricordati di salvare la versione precedente di htaccess per ripristinarla quando toglierai la modalità di manutenzione dal tuo sito.

Troppo complicato?

Non ti preoccupare, se non sei pratico di linguaggio HTML esistono diversi plugin che con pochi click possono aiutarti a mettere il tuo sito in modalità manutenzione “lavori in corso” senza necessitare di particolari conoscenze tecniche.

Vediamoli insieme…

Come mettere in modalità manutenzione un sito WordPress?

Per mettere in modalità manutenzione il tuo sito web in WordPress e lavorarci sopra comodamente ti basta impostare uno tra i vari plugin disponibili che svolgono proprio questa funzione.

Il vantaggio di applicare dei plugin è quello di poter inserire alcune funzionalità molto importanti sulla pagina di manutenzione, come ad esempio impostare un countdown, inserire il form di contatto o il form di iscrizione alla newsletter e altro. Insomma, puoi personalizzare la pagina di manutenzione come più ti piace.

Vediamo insieme alcuni plugin che potranno esserti molto utili:

WP Maintenance Mode

Il Plugin più utilizzato per questo scopo è sicuramente WP Maintenance Mode. Con questo plugin potrai creare una pagina responsive - navigabile sia da desktop che da smartphone - e inserire tutte le funzionalità che desideri tra: conto alla rovescia, icone social, contact form, iscrizione alla newsletter, redirect su un altro dominio, immagine di sfondo, font e altro ancora.

 

wp maintenance mode

 

Come fare per attivare il plugin WP Maintenance Mode sul proprio sito?

Per prima cosa dovrai scaricare il nuovo Plugin sulla tua pagina di amministrazione di WordPress - nella sezione Plugin - e attivarlo. Dopo aver attivato il plugin ti basterà andare su “Impostazioni” per configurare il plugin a tuo piacimento.

Si aprirà una pagina con le varie schede di impostazioni, tra cui troverai le Opzioni generali, il Design della pagina di manutenzione e i vari Moduli che puoi inserire.

E quando le modifiche saranno terminate? Ti basterà modificare la prima impostazione e cioè mettere il plugin in modalità “Disattivo”.

Altri Plugin per la modalità manutenzione

Si tratta di due valide alternative al Plugin più utilizzato, semplici da utilizzare, con un bel design e diverse funzionalità tra cui scegliere.

Il plugin “Coming Soon” permette inoltre di scegliere tra la modalità “Manutenzione” e la modalità “Prossimamente” e offre numerosi modelli di pagina già pronti tra cui scegliere. Altra cosa interessante: questo plugin ti permette, tramite le impostazioni avanzate, di “escludere” alcune pagine dalla modalità manutenzione, utilissimo se hai bisogno di consentire a determinati utenti l’accesso solo ad alcune pagine del tuo sito web su cui non andrai a lavorare.

A te è già capitato di dover mettere il tuo sito web in modalità manutenzione? Tu che plugin hai utilizzato? Faccelo sapere scrivendo qui.


Pubblicato: | Aggiornamento: