I server di posta provvedono a bloccare le richieste, per l'IP di origine, dopo aver effettuato una serie di tentativi con dati errati.

Capita, ad esempio, quando si varia la password di una casella email e non si aggiornano tutti i client email nella propria rete, oppure semplicemente se si inserisce una password o l'username errato nella configurazione del client email.

Se si dispone di un indirizzo IP dinamico, riavviando il router/modem solitamente l'IP cambia e si riesce nuovamente a collegarsi, ovviamente se i dati nel client email sono corretti, ma se c'è qualche client nella propria rete che continua a tentare la connessione con dati errati, si verrà nuovamente bloccati.

Se, invece, si ha un indirizzo IP statico, la procedura precedente non funziona e quindi bisogna innanzitutto verificare che effettivamente il proprio IP sia stato bloccato.

Per verificare se il proprio IP è stato bloccato, consigliamo l'utilizzo dell'utility telnet disponibile per quasi tutti i sistemi operativi.

Bisogna aprire il prompt dei comandi (o terminale) e poi digitare questi due comandi:

telnet m-ra.th.seeweb.it 25
telnet m-rb.th.seeweb.it 25

Dopo la connessione, se si presente qualcosa tipo:

Trying 5.144.164.173...
Connected to m-ra.th.seeweb.it.
Escape character is '^]'.
220 m-r2.th.seeweb.it ESMTP Postfix (Debian/GNU)

digitare:

quit

e provare anche il secondo comando.

Se entrambe rispondono allo stesso modo, mostrando il banner di connessione, significa che l'IP non è bloccato. In questo caso bisogna controllare il firewall/antivirus nel proprio PC/rete e/o ripetere la configurazione del client email.

Se, invece, si ha una risposta di questo tipo:

Trying 5.144.164.173...
telnet: connect to address 5.144.164.173: Connection refused
Trying 2001:4b7a:2000:18::173...
telnet: connect to address 2001:4b7a:2000:18::173: No route to host
telnet: Unable to connect to remote host

significa che il proprio IP è stato bloccato da uno dei nostri server mail; in questo caso va aperto un ticket di supporto, riportando il comando eseguito ed il testo della risposta in modo che gli operatori possano chiedere lo sblocco dell'IP (da recuperare tramite questa pagina web), ma ATTENZIONE prima di procedere è comunque necessario identificare il client responsabile del blocco, altrimenti il sistema provvederà nuovamente al blocco dopo alcuni minuti se continueranno i tentativi di connessione con dati errati.