Come posso controllare il mio indirizzo IP?

Quelli che seguono sono i dati del tuo indirizzo IP, comprensivi di data e ora di collegamento. Usali per semplice curiosità, oppure per quando devi chiedere assistenza via ticket ai nostri tecnici. Inviando questi dati sarà molto più facile individuare le operazioni che stavi svolgendo e darti aiuto puntuale, veloce e risolutivo.

Indirizzo IP 34.239.167.149

Di seguito i dettagli del collegamento:


Cos'è l'indirizzo IP?

Un indirizzo IP (dall'inglese "Internet Protocol address") è una sigla numerica formata da quattro numeri separati da un punto in caso di IPv4 o alfanumerica in caso di IPv6, che identifica in modo univoco un dispositivo collegato alla rete informatica.

L’indirizzo IP può essere formato da quattro numeri separati da punti, in caso di IPv4, o da una sigla alfanumerica separata da due punti, in caso di IPv6.

Ogni dispositivo collegato alla rete, che sia un cellulare, un router, una smartTV, un computer, uno smartwatch e via dicendo, avrà assegnato un indirizzo IP.

Perché l'indirizzo IP che vedo è diverso dal mio IP su rete locale?

L'indirizzo che vedi in questa pagina è il tuo indirizzo IP pubblico, sicuramente è associato al tuo provider di collegamento internet e non ha niente a che vedere con l'indirizzo IP privato, della tua rete domestica.

Per trovare l’indirizzo IP locale ti basterà accedere al prompt dei comandi e digitare ipconfig.

Il router che usi per collegarsi ha la funzione di inoltro in ingresso e in uscita di tutti i pacchetti internet, dalla rete locale con indirizzi IP privati (detta LAN) alla rete internet con indirizzo IP pubblico (della WAN)

A cosa serve l'indirizzo IP pubblico?

L’indirizzo IP pubblico serve per identificare su internet la tua rete. I tecnici dell'internet hosting provider usano l'IP pubblico di provenienza per controllare le attività e, incrociandolo con data e ora e file di log, riscontrare eventuali anomalie di funzionamento del tuo sito web o individuare prontamente qualsiasi problema tecnico.

Che differenza c'è tra gli indirizzi IPv4 e gli IPv6?

IPv4 e IPv6 significano rispettivamente protocollo del livello di rete IP versione 4, a 32 bit, e versione 6, a 128 bit.

L’introduzione di indirizzi IPv6 si è resa necessaria semplicemente perché con la diffusione di internet e degli oggetti ad essa collegati gli IPv4 si sono esauriti. Altro non è se non l'identificazione fisica di una determinata macchina all'interno della rete.

Ma quindi, come è rappresentato un indirizzo IP?

Ecco un’immagine esemplificativa che spiega nel dettaglio la differenza tra i due protocolli e la composizione delle stringhe di indirizzo IP:

Differenze tra indirizzi IPv4 e IPv6

Indirizzo IP statico e indirizzo IP dinamico: che differenza c’è?

Gli indirizzi IP possono essere sia dinamici che statici.

I primi sono quelli utilizzati più di frequente e sono collegati alla navigazione online. Ogni volta che un device si connette a Internet, il suo Internet Service Provider gli assegna un determinato indirizzo IP.

Quindi ogni volta che ti connetti a internet ti viene assegnato un indirizzo IP; l’indirizzo IP in questo caso viene detto dinamico in quanto si modifica dopo ogni sessione - o trascorsi degli intervalli regolari.

Gli IP dinamici hanno il vantaggio di rendere il sistema più efficiente: infatti permettono di utilizzare un minor numero di IP, solo al bisogno. Inoltre permettono una navigazione più autonoma, garantendo una maggiore privacy agli utenti.

Cosa sono invece gli indirizzi IP statici?

Si tratta di indirizzi IP che rimangono sempre invariati nel tempo, salvo che se ne chieda la modifica, e sono solitamente quelli utilizzati nelle LAN (reti private) per la connessione su reti locali, per esempio con una stampante, un server o con altri PC in locale. Bisogna fare attenzione con gli indirizzi IP statici in quanto potrebbero rendere i dispositivi connessi più soggetti ad attacchi informatici.

Cosa rivela il mio indirizzo IP su di me e sulla mia posizione?

Bisogna essere coscienti del fatto che l’indirizzo IP rivela alcune informazioni molto importanti sulla propria geolocalizzazione.

Nello specifico, nel tuo indirizzo IP sono contenute i seguenti dati:

  • Città
  • Paese
  • Stato/Provincia
  • CAP/Codice Postale

Confrontando questi dati con altre informazioni è possibile scoprire ancora di più su di te, come le pagine che hai visitato, le azioni che hai compiuto e riuscire a profilarti in maniera dettagliata, come ad esempio fa Google, per garantire un’esperienza di navigazione sempre più personalizzata.

Posso nascondere il mio indirizzo IP?

Collegarsi a internet senza IP è impossibile, tuttavia attraverso una VPN (acronimo che sta per Rete Virtuale Privata) è possibile uscire in internet con un IP diverso. L'unico che conoscerà il nostro IP pubblico sarà il provider che ci offre il servizio di VPN.

Cosa succede se qualcuno ha il mio IP?

Se anche un estraneo conoscesse l'indirizzo IP pubblico della tua connessione internet attuale, non potrebbe farci nulla. In sostanza, da un indirizzo IP pubblico soltanto il provider di rete internet può risalire, se gli viene richiesto, all'identità di una persona.

Cosa può fare un hacker con il mio indirizzo IP?

Per ogni indirizzo IP esistono migliaia di porte. Ad esempio la porta 80 è quella della connessione https, mentre la porta 443 è quella della connessione https. Un hacker potrebbe scandagliare il tuo indirizzo IP e verificare quali porte sono aperte, per tentare di stabilire una connessione forzata. Ecco perché al giorno di oggi tutti i principali sistemi operativi hanno un firewall incorporato. Lo stesso dicasi dei router casalinghi che usi per collegarti alla rete internet.



METODI DI PAGAMENTO

Paga con Paypal

DOMINI ATTIVI

Oltre 137000 domini attivi

DATACENTER ITALIANI

Datacenter Italiani

HOSTING GREEN

Hosting Green Certificato

GRUPPO DHH

Member of Dominion Hosting Holding

ASSOCIATO AHR

Associato AHR

Copyright 2004- 2022 TOPHOST S.r.l. a socio unico - P.I. 08163681003
Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte di DHH S.p.A.
Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.